Presentazione

Il nostro progetto

Un gruppo di insegnanti degli Istituti scolastici superiori di Rovigo, invitati in Accademia dei Concordi nell’autunno del 2015 attorno a un tavolo, hanno ritenuto che buona cosa sarebbe stata mettere a disposizione degli studenti uno strumento agile ma ad un tempo documentato per consentire una interpretazione ragionata e non “vulgata” dell’imponente quanto improvviso fenomeno migratorio in corso nel mare nostrum.

Un atlante geopolitico del Mediterraneo si stava delineando, ma l’interpretazione di un evento di tale complessità riusciva difficile, non più adeguate essendo le consuete categorie interpretative e risultando assenti politiche di accoglienza e integrazione. Uno spaesamento attraversava l’immaginario collettivo, mentre nella quotidianità come nelle aule scolastiche mutavano composizione sociale e relazionalità interpersonale.

La scuola non poteva chiamarsi fuori e urgente appariva, agli occhi del gruppo di lavoro, approfondire prima gli aspetti storici e storiografici in apposito convegno di studio riservato agli insegnanti, nel febbraio del 2016 sempre in Accademia, quindi mettere mano alla realizzazione di un portale ove trovare gli strumenti conoscitivi per interpretare documentalmente e criticamente la scomposizione/ricomposizione dell’area mediterranea dall’epoca moderna ai giorni nostri e gli aspetti salienti del fenomeno migratorio in atto.

Obiettivo principale del portale ed esito formativo auspicato era quello di permettere agli studenti, sotto la guida degli insegnanti e all’interno di un percorso curricolare, una navigazione interattiva su eventi, mappe, dati, glossario in grado di far loro maturare consapevolezza del fenomeno e adeguata sensibilità sociale: dunque un esercizio di cittadinanza responsabile.

Ecco, allora, che all’interno degli Istituti scolastici si formavano gruppi di lavoro sulla base di una consegna concordata e i materiali prodotti nel corso degli anni scolastici 2016/2017 e 2017/2018, alla fine opportunamente validati e resi tra coerenti, vengono ora assunti nel portale che si caratterizza sì per agile fruibilità, ma rinvia a conoscenze ragionate quanto storicamente fondate.

Spetterà alle istituzioni scolastiche della nostra Regione, alle quali invieremo una breve nota informativa sul nostro progetto, agli insegnanti non solo di storia far tesoro, se lo crederanno, di questa risorsa cercando di guidare i nostri ragazzi a districarsi nella complessità meravigliosa del nostro tempo, perché di questo loro tempo devono essere all’altezza.

Referente del progetto

Virgilio Santato